Nuovo prodotto ecologico con Trichoderma per la protezione dei pali di legno

Il problema della decomposizione di funghi su pali di legno, che è un dolore per molte aziende elettriche e di telecomunicazioni, potrebbe presto diventare un ricordo del passato. Insieme all’industria, siamo alla ricerca di una nuova soluzione ecologica per aumentare la durata dei pali in legno.

Controllo biologico di funghi dannosi con microrganismi

Il prodotto Avengelus BASIC by MycoSolutions offre la combinazione ottimale di protezione biologica e sostenibile del legno: l’utile fungo del suolo Trichoderma harzianum è in grado di proteggere gli alberi di legno dai funghi che si deteriorano con il parassitismo. I microrganismi attaccano il fungo parassita, ne rompono le pareti cellulari e lo distruggono. È quindi impossibile che i funghi parassiti possano formare resistenze.

Una specie autoctona di funghi viene utilizzata per la produzione nel laboratorio svizzero. In questo modo si garantisce che l’insetto benefico utilizzato sia adattato alle condizioni ambientali locali.

Applicazione semplice ed economica

Il granulato viene mescolato con il materiale di scavo come misura preventiva nella sostituzione di un albero di legno e viene introdotto nei primi 20-30 centimetri di terra. I costi per questo importo ammontano a circa 40-80 franchi (a seconda del diametro del palo di legno). Clienti rinomati come Swisscom e lo stabilimento regionale del Lago di Costanza a Tettnang, in Germania, partecipano al test sul campo ampliato.

Ricerca attuale: Pasta vaccinale per il controllo biologico degli agenti patogeni della muffa del legno in ambienti chiusi.

Nell’ambito di un altro progetto congiunto CTI/Innosuisse con l’Impregna, l’Empa di San Gallo sta studiando una pasta vaccinale da introdurre in alberi di legno con infestazione fungina precoce e bloccare la crescita di funghi parassiti. A tal fine, sezioni di alberi provenienti da tutta la Svizzera vengono esaminate per verificare la presenza di agenti patogeni del marciume interno. Nei test successivi, il Trichoderma viene testato in laboratorio e sul campo contro tutti questi agenti patogeni del marciume interno come controllo biologico. Il collaudato dispositivo di inoculazione del punto viene rivisto e adattato alle nuove esigenze. I primi risultati sull’efficacia della pasta vaccinale sono attesi nel 2019.