Aiutare gli alberi urbani stressati con Trichoderma

Sedersi sotto un albero in un caldo giorno d’estate è qualcosa di meraviglioso! Infatti nessun ombrellone o tenda da sole può eguagliare gli alberi, ovvero i fornitori primari di ombra. Non solo perché ogni albero contribuisce a ridurre la temperatura ambientale, ma anche per il rilassante fruscio delle foglie e l’atmosfera meravigliosa creata da questi giganti verdi.

Forse ci sentiamo così a nostro agio sotto gli alberi perché essi sono in grado di filtrare la polvere e le particelle presenti nell’aria con le loro foglie o aghi. Con la pioggia le impurità vengono trasportate via dal terreno e l’aria viene purificata in modo permanente. Quindi dobbiamo essere grati di ogni albero presente nelle nostre città.

Tuttavia, la loro presenza in città comporta per loro delle situazioni di stress. I rami o le radici possono essere danneggiati durante i lavori di edilizia. Gli alberi inoltre possono essere danneggiati dal sale utilizzato sulle strade in inverno e dai cani con i loro escrementi.

La mancanza di spazio per le chiome e le radici pone ulteriore stress agli alberi. La crescita delle radici è limitata spesso dalle anguste fosse degli alberi che ostacolano l’apporto di ossigeno e di acqua. Anche il terreno altamente compattato a causa del cemento e dalle pietre per la pavimentazione non favorisce l’assorbimento dell’acqua e la crescita sana degli alberi in città.

Le grandi cime degli alberi potrebbero essere enormi serbatoi d’acqua, contribuendo a ridurre i picchi di deflusso. Una parte dell’acqua piovana evapora, una parte viene assorbita dalle radici e le foglie ne rilasciano un’altra parte al suolo con un ritardo temporale.

Noi umani abbiamo bisogno degli alberi

Tutte le piante verdi usano la fotosintesi per crescere. La CO² nociva è immagazzinata nel fusto, nei rami e nelle foglie mentre l’ossigeno, importante per la nostra sopravvivenza, viene rilasciato come sottoprodotto con l’aiuto dell’energia luminosa. Un albero medio di 20 metri produce in un giorno l’ossigeno di cui hanno bisogno in media cinque persone. Nelle città dove è comune trovare grattacieli, tuttavia, la mancanza di luce è inevitabile e filtrare la CO² è più complicato.

Anche se gli alberi regolano il clima, il riscaldamento globale è difficile da sopportare anche per loro. Le ultime due estati molto secche hanno contribuito, tra l’altro, a indebolire i polmoni verdi delle città. A temperature più elevate gli alberi devono far evaporare più acqua, ma poiché il terreno è sigillato, hanno meno acqua a disposizione. Al contrario funghi e parassiti ne hanno un’ottima dose, il che a sua volta riduce la stabilità e aumenta il rischio di rottura dei rami. In nome della sicurezza, gli alberi devono quindi essere abbattuti ogni anno. Non sono esattamente delle belle prospettive per la gente della città.

Poiché gli impianti sono costosi e richiedono molta manodopera nei primi anni a causa dell’irrigazione e della potatura, si stanno testando nuove specie arboree che possono meglio adattarsi alle esigenze urbane. Ma non ci sarà certezza della buona riuscita che tra qualche anno, quando i giovani alberi potranno dimostrare la loro resistenza allo stress.

Considerando quanto lentamente crescano gli alberi e quanto siano importanti nelle nostre città, è importante prendersi cura di loro e proteggerli fin dall’inizio.

Per questo motivo Avengelus sostiene la piantumazione di nuovi alberi o azioni volte a migliorare la vitalità e la resistenza di alberi già stressati e maturi.

Trichoderma sostiene gli alberi durante lo stress da piantagione e per l’assorbimento dei nutrienti, favorisce una buona penetrazione delle radici, rafforza il sistema immunitario contro i parassiti, distrugge i funghi nocivi e migliora la vitalità e la resistenza anche negli alberi maturi.

BioControl Avengelus

Per questo motivo, raccomandiamo l’uso del nostro agente di BioControl Avengelus con Trichoderma atrobrunneum già per i nuovi impianti. Sostiene gli alberi durante lo stress da trapianto e li aiuta a mettere radici producendo e trasmettendo auxine. Inoltre, facilita l’assorbimento dei nutrienti. Gli alberi sono rafforzati contro i parassiti grazie all’attivazione di sostanze difensive come l’acido jasmonico e salicilico. Quando compaiono funghi dannosi per la terra, gli enzimi dissolvono la loro parete cellulare e Trichoderma utilizza il contenuto cellulare come fonte di nutrimento.