Uno studio conferma l’efficacia di Trichoderma contro Verticillium (Verticillosi)

Verticillium è un frequente fungo dannoso per quanto riguarda il giardinaggio. Soprattutto nei vivai causa numerosi danni ad alberi ornamentali e da frutto. Molte aree sono altamente contaminate. È necessario applicare un controllo efficiente, ecologico, sostenibile e non chimico. Gli agenti di biocontrollo come Trichoderma mostrano un potenziale promettente per tenere costantemente sotto controllo i problemi di Verticillium e ridurre i fallimenti.

Le specie di Verticillium più comuni e dannose per le piante sono Verticillium albo-atrum e Verticillium dahliae. Quest’ultima provoca una malattia conosciuta anche come Verticillosi. Il fungo blocca i canali dello xilema della pianta e questa mostra segni di appassimento nonostante un sufficiente approvvigionamento idrico.

In molte culture Verticillium può essere presente senza sintomi evidenti. Le piante sintomatiche infatti possono essere poche e concentrate in un’unica area, oppure possono essere tante e distribuite su tutto il campo o la serra.

Verticillium dahliae sopravvive fino a 10 anni nel suolo

Verticillium dahliae sopravvive per periodi di tempo prolungati (10-14 anni) nel suolo sotto forma di microsclerozi, piccole strutture rigide di sopravvivenza in grado di sopportare temperature estreme e disidratazione. Questo fungo dannoso rimane nel suolo come ife (micelio), penetrando nella pianta dalle radici attraverso ferite meccaniche o causate da parassiti. Successivamente si accresce lungo i vasi xilematici generando spore che raggiungono le strutture superiori della pianta. I vasi dello xilema cosi’ si ostruiscono provocando l’appassimento della pianta. Nei tessuti senescenti si formano il micelio di riposo o i microsclerozi, ma la diffusione del fungo mediante la crescita del micelio è comunque limitata. La distribuzione da una pianta all’altra avviene tramite il vento, l’acqua, le particelle del terreno, attrezzi, ecc.

La temperatura ottimale di crescita per V. albo-atrum è di 21 °C. Per V. dahliae la temperatura ottimale si aggira intorno ai 25-27 °C. (Queste ultime temperature sono ideali anche per Trichoderma).

Uno studio effettuato in Andalusia sugli olivi dimostra l’efficacia di Trichoderma per il biocontrollo di Verticillium.

Una breve panoramica dei risultati dello studio:

  • Tutti i test effettuati con i ceppi di T. asperellum in vitro in coltura duale con V. dahlia hanno dimostrato la loro capacità di ridurre le dimensioni delle colonie del patogeno. Non c’era alcuna differenza di efficienza contro V. dahlia tra i diversi ceppi di Trichoderma asperellum.
  • I diversi ceppi hanno mostrato diversi livelli di colonizzazione delle radici dell’olivo.
  • Nessun sintomo è stato osservato in piante non inoculate e piante trattate con i due ceppi di Trichoderma (piante non a contatto con Verticillium). I sintomi dell’appassimento a causa di Verticillium sono comparsi nelle piante inoculate solo con Verticillium o trattate con i ceppi T Bt3 e T25 prima e poi inoculate con l’agente patogeno. I sintomi nel controllo non trattato sono diventati visibili 29,5 giorni dopo il trapianto su una miscela di terreno infetto da Verticillium e il trattamento con ceppi di Trichoderma Bt3 o T25 ha prolungato significativamente il periodo di incubazione di 7-8 giorni.
  • Alla fine dello studio, 10 settimane dopo l’inoculazione con Verticillium, il 92.5% delle piante non trattate con Trichoderma ha mostrato sintomi mediamente di intensità 3.3 su una scala 0-4. Il trattamento con ceppi di Trichoderma non ha avuto effetti significativi sulla frequenza della malattia ma ha ridotto la gravità media dei sintomi e ha soppresso in modo significativo il SAUDPC (Standardised area under disease-progress curve) del 43-48%.
  • Un’infezione da Verticillium ha ridotto la lunghezza di crescita degli alberi del 51-69%. Il ceppo T25 ha mostrato anche una crescita maggiore di lunghezza per piante infette da Verticillium -83% (Trichoderma a secco) e 141% (Trichoderma bagnato)- e anche le piante di controllo (senza Verticillium, 126% (Trichoderma a secco misto a substrato) e 25% (Trichoderma bagnato).

Conclusione dello studio:

  • I risultati di questi esperimenti hanno dimostrato che la crescita del micelio di Verticillium potrebbe essere ridotta da Trichoderma asperellum. La forza di riduzione dipendeva dal ceppo di Trichoderma utilizzato.
  • I risultati hanno anche dimostrato che lo sviluppo di Verticillium  è meno frequente se vi è stata una precedente colonizzazione delle radici da parte di Trichoderma. Questo potenziale non ha permesso una riduzione della frequenza/apparizione della malattia, ma ha portato ad un ritardo nell’insorgenza della malattia insieme ad una riduzione della gravità dei sintomi e del volume di insorgenza.
  • L’aumento della crescita causata da Trichoderma può essere dovuto all’aumento della colonizzazione delle radici e alla produzione e al trasferimento delle auxine prodotte da Trichoderma.

Raccomandazione per un trattamento di Verticillium con Trichoderma

MycoSolutions consiglia un trattamento del suolo con granuli di Avengelus (10 ml per m²) e carbone vegetale (carbone vegetale supporta Trichoderma con la sua funzione di serbatoio d’acqua e protegge dalla lisciviazione) per il trattamento di Verticillium nel suolo. Per le coltivazioni già esistenti, lo spargimento di granuli di Avengelus (10 ml per m²) prima o durante le precipitazioni è efficace per convogliare le spore di Trichoderma nel suolo verso i funghi dannosi e le radici della pianta. Un’applicazione annuale e superficiale del carbonio vegetale macinato (si insinua nel suolo nel tempo) può anche essere vantaggiosa per mantenere la popolazione di Trichoderma per un periodo di tempo più lungo.

La frequenza di applicazione dipende dalle condizioni ambientali. Se Trichoderma trova abbastanza cibo (funghi dannosi, materiale organico morto) e umidità, l’applicazione può avvenire con meno frequenza rispetto a condizioni di elevata umidità. In linea di principio, si consiglia l’applicazione ogni 30-60 giorni a partire da una temperatura di 8°C.

Verticillium mit Trichoderma behandeln

Il trattamento del terreno con Trichoderma previene l’appassimento delle piante causato da Verticillium.