Rafforzare le piante indebolite dai patogeni con prodotto contenente Trichoderma Avengelus BASIC

La nostra cliente, la signora A.I.S. di San Gallo, possiede un Prunus lusitanica ‘Angustifolia’ detto anche lauroceraso portoghese. Questo lauroceraso è una pianta da siepe fantastica con un fascino lussuoso. Proviene dal Portogallo e le sue foglie, lunghe da 6 a 12 centimetri, hanno una bella lucentezza. Ma il Lauro del Portogallo ha ancora di più da offrire: i suoi rami sono di colore rosa intenso e i fiori bianchi (da giugno a luglio) hanno un profumo molto gradevole. Non c’è da meravigliarsi se api, farfalle e uccelli sono attratti da questa pianta ornamentale. La cura è semplice, perché questa pianta è poco esigente: tagliata una volta all’anno, cresce bene su qualsiasi terreno o in vaso.

Da due anni la signora S. osserva danni sempre più gravi alle foglie di Lauro da parte del curculione. Nella primavera del 2018 erano presenti poche foglie sulla pianta.

Individuare i danni causati dal curculione

Poiché il curculione è un animale notturno, è raro che lo si veda. Durante il giorno si nascondono sotto pacciame, foglie, vasi. Questi insetti danneggiano in modo caratteristico la pianta. Le larve si nutrono delle radici, mentre gli adulti delle parti sempreverdi. I margini delle foglie sono tipicamente erosi a forma di U.

Per il trattamento, MycoSolutions ha raccomandato l’uso di nematodi diluiti in acqua e di un annaffiatoio sul terreno, da trattare nel giugno 2018. I piccoli microrganismi di 0,1 mm penetrano nelle larve e nelle pupe del curculione e trasmettono così un batterio che si moltiplica nelle larve facendole morire. Poi cercano un nuovo ospite o sopravvivono nel terreno.

Oltre al trattamento con nematodi, a fine giugno 2018 la signora S. aveva utilizzato anche il fertilizzante Avengelus BASIC Gel. Appena una settimana dopo il trattamento, il lauroceraso del Portogallo ha cominciato a germogliare di nuovo. È interessante notare che le foglie appena formate non erano infestate dal curculione, anche se tracce di quest’ultimo erano ancora visibili sulle foglie più vecchie.

Pre-immunizzazione contro patogeni con Trichoderma

Preimmunizzazione con Trichoderma

Illustrazione schematica di preimmunizzazione con Trichoderma contro Botrytis cinerea (muffa grigia) su pomodoro. La colonizzazione delle radici da parte di Trichoderma aumenta l’attivazione e la formazione di acido jasmonico (JA) nelle foglie, che a sua volta aumenta la resistenza delle foglie contro i parassiti (ad esempio, gli insetti che causano danni). L’acido salicilico (SA) aiuta la pianta a difendersi dai funghi parassiti e l’acido abscissico (ABA) aiuta ad affrontare lo stress da siccità (Martínez-Medina et al., 2013; Harman et al., 2004).

Avengelus BASIC contiene un elevato numero di spore di Trichoderma harzianum. Questa specie mostra una proprietà caratteristica nota come “competenza per la rizosfera”, ovvero la capacità di colonizzare e di crescere in associazione con le radici delle piante. Diversi studi hanno dimostrato che i cambiamenti metabolici che si verificano durante la colonizzazione delle radici operata da Trichoderma harzianum inducono nella pianta un aumento della resistenza nei confronti di diversi microrganismi patogeni.

La signora S. è rimasta piacevolmente sorpresa dalla rapidità con cui il lauro ha risposto al trattamento e successivamente effettuerà ulteriori trattamenti di follow-up con Avengelus BASIC Gel.

Frassspuren vor der Behandlung

Danni tipici del curculione sulle foglie di lauroceraso portoghese prima del trattamento con Avengelus F Gel (marzo 2018)

Nuovi germogli di lauro del Portogallo 4 settimane dopo il trattamento con Avengelus F Gel

Neuaustrieb nach der Behandlung

Nuovi germogli di lauro del Portogallo dopo il trattamento con Avengelus F Gel (luglio 2018)